Immagine

In cammino da Venezia a Pechino: Vienna Cammarota parte dal Lazzaretto Nuovo

Il 26 aprile 2022 il Lazzaretto Nuovo è il luogo simbolico di partenza per il viaggio della guida escursionistica Vienna Cammarota, che affronterà quattro anni di cammino lungo la Via della Seta con "Il Milione" di Marco Polo nello zaino, quale ambasciatrice di conoscenza e patrimonio culturale e ambientale per l'Archeoclub d'Italia (la cui sede veneziana promuove il progetto dei Lazzaretti Veneziani).

Oggi settantaduenne, Vienna Cammarota camminerà per 22.000 chilometri attraverso 15 nazioni, fino ad arrivare a Pechino al termine del 2025. In un periodo storico segnato da pandemie e venti di guerra, porterà il suo messaggio di pace e dialogo partendo da un luogo che per secoli, in quanto isola della quarantena, è stato soglia fra Oriente e Occidente di una capitale cosmopolita caratterizzata dall'incontro e dallo scambio fra popoli e loro culture, oggetti, linguaggi, credenze.

Nella sua vita Vienna Cammarota ha camminato in Europa, Tibet, Amazzonia, Madagascar, Patagonia, Israele, Palestina. Duecento anni dopo la pubblicazione di "Viaggio in Italia" di Goethe, fra il 2017 e il 2018 ha ripercorso il Grand Tour accolta in un centinaio di borghi italiani da migliaia di persone.

Vienna Cammarota:"Il Lazzaretto Nuovo è luogo della rinascenza e della sostenibilità, qui è possibile ammirare un patrimonio ambientale unico, laboratorio anche sul fronte dei cambiamenti climatici, e allo stesso tempo vedere documenti particolari della storia della Repubblica di Venezia, dell'Italia e dell'Europa".

Rosario Santanastasio, Presidente Archeoclub d’Italia: “Il Lazzaretto Nuovo è un luogo Archeoclub d’Italia. Era un territorio abbandonato ma grazie al grande lavoro dei volontari, l’isola è stata recuperata ed è oggi uno splendido museo culturale, archeologico e ambientale. Il cammino di Vienna rappresenta la grande ripartenza dell’Italia, non ha precedenti non solo per l’età ma anche in quanto basato sulla descrizione del patrimonio culturale che avrà modo di vedere, una narrazione della Via della Seta in epoca contemporanea”.

Con lei alla partenza, seguita dai tg nazionali, il Comune di Venezia rappresentato dalla consigliera Deborah Onisto, e l'associazione Italia-Cina di Shangai, la Fondazione Donà Dalle Rose e l'associazione Ambasciatori di Cultura lungo la Via della Seta che la supporteranno e accoglieranno nelle varie tappe del cammino internazionale.

Il saluto di Luca Zaia, presidente della Regione Veneto:"Dal Lazzaretto Nuovo parte la guida ambientale escursionista Vienna Cammarota, per portare un messaggio di pace lungo tutta la Via della Seta, seguendo il Milione di Marco Polo, arrivando a Pechino. Un messaggio di pace che la bandiera di Venezia reca in sé, essendo il vessillo con il Leone di San Marco l'unico al mondo ad avere proprio la parola "Pace". Ben vengano iniziative come questa che sono promotrici del valore universale della pace e del rispetto attraverso il dialogo in ogni aspetto della vita sociale e civile. Colgo, inoltre, l'occasione per ringraziare la sede di Venezia dell'Archeoclub d'Italia per l'impegno nel valorizzare questo luogo tutelando la nostra memoria storica."

Immagine
Didascalia

Vienna Cammarota alla partenza in isola con Gerolamo Fazzini, Archeoclub d'Italia Sede di Venezia, e Deborah Onisto, Comune di Venezia.